logosmcv int

Avviso Nuova IMU 2020

nuova imuSi informano i contribuenti che la Legge di Bilancio 2020 n. 160/19, ha abolito a decorrere dal corrente anno la TASI e l’IMU della IUC, prevedendo l’accorpamento in un unico tributo.
L’imposta, chiamata “nuova IMU”, in vigore dal 2020, mantiene in linea generale gli stessi presupposti soggettivi e oggettivi, disciplinati dalla normativa vigente nel 2019.
Il pagamento dell’imposta avviene in due rate, ossia 16 giugno per l'acconto e 16 dicembre per il saldo.
 
 
L’articolo 177 del Dl 34/2020 ha previsto l’esenzione dall’acconto IMU 2020 le seguenti tipologie:

a) immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali nonché immobili degli stabilimenti termali;

b) gli immobili della categoria catastale D/2 (alberghi e pensioni), immobili degli agriturismo, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case ed appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i proprietari coincidano con i gestori.

  • Il versamento della prima rata nuova IMU 2020 è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l'anno 2019.
  • A causa dell'emergenza sanitaria da Covid-19 è stato disposto , con Delibera di Giunta Municipale n. 62 del 10/06/2020,   il rinvio del pagamento della rata di acconto della nuova IMU al 30/09/2020 per i soggetti passivi che rientrano nei casi nei casi di seguito indicati:

1) che nell’anno 2019 hanno dichiarato un reddito imponibile complessivo per l’anno 2018 (rigo RN4 del modello UNICO 2019 – rigo 14 del modello 730/2019) non superiore a € 35.000,00 e che si trovino in una delle seguenti condizioni:

a) aver subito, per effetto delle misure restrittive introdotte per il contenimento dell’epidemia da Covid-1, una riduzione del volume d’affari di almeno il 50% sul totale dei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto ai mesi di gennaio e febbraio del medesimo anno;

b) aver subito, per effetto delle misure restrittive introdotte per il contenimento dell’epidemia da Covid-1, una riduzione del reddito da lavoro dipendente e/o assimilati di almeno il 20% sul totale dei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto ai mesi di gennaio e febbraio del medesimo anno;

2) ) titolari di diritti reali (persone fisiche/giuridiche) su fabbricati classificati nelle categorie catastali C1 (negozi e botteghe) C3 (laboratori per arti e mestieri ) A10 (uffici e studi privati) e D che abbiano in essere un contratto di locazione regolarmente registrato ed abbiano già accordato o intendano concedere una riduzione e/o il differimento del pagamento del canone di locazione per i mesi di marzo/giugno.

I soggetti passivi sopra individuati possono corrispondere la prima rata (per quanto riguarda la cat. D per la sola parte di quota Comune) dell’IMU relativa al 2020 entro il 30 settembre 2020, previa attestazione tramite autocertificazione ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n.445/2000 su modello predisposto dal Comune, del possesso dei requisiti.

 Si riportano i codici tributi per il versamento tramite modello F24:“3913” denominato “IMU -imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale -COMUNE”

“3914” denominato: “IMU -imposta municipale propria per i terreni –COMUNE”;
“3916” denominato: “IMU -imposta municipale propria per le aree fabbricabili -COMUNE”;
“3918” denominato: “IMU -imposta municipale propria per gli altri fabbricati –COMUNE”;·
"3923” denominato “IMU -imposta municipale propria –INTERESSI DAACCERTAMENTO -COMUNE”;
"3924” denominato “IMU -imposta municipale propria –SANZIONI DAACCERTAMENTO -COMUNE”;
“3925” denominato “IMU –imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D –STATO”;
“3930” denominato “IMU –imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D –INCREMENTO COMUNE”.
 
Inoltre, per esigenze di monitoraggio, per il versamento tramite il modello F24 dell’IMU relativa ai fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, di cui all’articolo 1, comma 751,della legge 27 dicembre 2019, n. 160, è istituito il seguente codice tributo:·“3939” denominato “IMU -imposta municipale propria per i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita - COMUNE”.
 
Allegati:
Scarica questo file (fac simile domanda per proroga IMU.doc) [Domanda differimento dei termini di versamento dell'acconto]42 kB
Il sito ufficiale del Comune di Santa Maria Capua Vetere utilizza esclusivamente cookies di sessione ed analytics; consulta la nostra cookies policy.