logosmcv int

Verifica della sicurezza sismica e progetto di adeguamento statico e sismico dell’Istituto Scolastico Raffaele Perla di via Achille Grandi - Verbali di gara

commissione sismicaVerifica della sicurezza sismica e progetto di adeguamento statico e sismico dell’istituto scolastico "Raffaele Perla" di via Achille Grandi
Adeguamento strutturale dell’edificio attraverso la predisposizione di elementi sismo-resistenti esterni all’involucro del corpo di fabbrica ma solidali ad esso.
 
 
 
 
 
 
attenzione ATTENZIONE: Il testo completo del Bando di Gara, con relativi allegati, è consultabile nella sezione: Bandi di Gara e Contratti > Bandi di lavori
 
Breve Descrizione 
Gli elementi di nuova realizzazione si configurano come tralicci di controvento costituiti da un montante in c.a. con sezione circolare e diametro 80 cm a cui risultano collegati 4 diagonali, aventi comportamento a biella bidirezionale (tirante-puntone) e convergenti al suolo. I diagonali sono costituiti da tubi in acciaio di sezione 250 mm e spessore 10 mm mentre il collegamento a terra è realizzato mediante “link” costituiti da tronchi di normal profili tipo HEA140, HEA160 e HEB160. Tali “link“ (giunzioni sismiche) sono elementi concepiti in maniera da essere sede di plasticizzazione per taglio localizzata (link corti).

Sono previste due tipologie di traliccio: il tipo A dotato di comportamento dissipativo e il tipo B a comportamento non dissipativo. Il primo tipo presenta i diagonali disposti in modo da individuare una sagoma a “V” nel piano orizzontale, mentre il tipo B presenta i diagonali allineati con il montante in c.a.. Lungo il perimetro dell’edificio sono disposti complessivamente 11 controventi, di cui 7 dissipativi tipo A e 4 non dissipativi tipo B.

In aggiunta agli elementi primari di adeguamento sismico – costituiti dai predetti sistemi di controvento – sono previsti altresì due graticci in acciaio, uno per ciascun piano in elevazione (primo livello e copertura), finalizzati a garantire nella sezione di impalcato di maggiore vulnerabilità una riserva di resistenza in termini di capacità di diffusione e distribuzione degli sforzi di piano.

Per il vincolamento al suolo delle nuove strutture, queste vengono dotate di fondazioni di tipo indiretto costituite da plinti su pali. In particolare per ciascun traliccio di controvento sono previsti tre plinti, di cui uno disposto al piede della colonna in c.a., munito di quattro pali verticali, e altri due con funzione di ancoraggio dei link, attrezzati ciascuno con due pali ad asse inclinato. I plinti sono mutuamente collegati mediante travi di sezione (bxh) 50x80 cm mentre i pali sono di tipo trivellato, di lunghezza 9.0 m ovvero 12.0 m e diametro 220 mm (pali di piccolo diametro o micropali). Tutti i pali sono specializzati con inserti tipo TFeg® .
 
Con riferimento alle membrature strutturali esistenti in c.a. sono previsti alcuni interventi locali di rinforzo, consistenti in:
- rinforzo dei nodi trave-pilastro non interamente confinati e non verificati per sollecitazione di taglio diagonale;
- rinforzo delle travi di copertura della palestra per flessione positiva;
- irrigidimento delle travi di primo piano in corrispondenza dell’atrio di ingresso.

Il rinforzo dei nodi trave-pilastro non interamente confinati è da realizzare mediante fasciature con tessuti in fibra di carbonio e riguarda solo alcuni elementi a quota di primo livello.

Il rinforzo a flessione positiva delle travi di copertura della palestra è da realizzare con tessuti in fibra di carbonio, da applicare all’intradosso delle medesime travi.
Irrigidimento delle travi di primo piano in corrispondenza dell’atrio, consistente nell’applicazione di irrigidimenti in acciaio solidarizzati al corpo delle membrature in c.a. mediante ancoranti chimici.
Messa in sicurezza dal rischio di distacco di intonaco e di sfondellamento dei solai.
Adeguamento dei tamponamenti e delle partizioni interne.
Realizzazione nuove scale di sicurezza con struttura in c.a.
Opere di finitura delle facciate esterne.
 
Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Denominazione ufficiale:
Comune di Santa Maria Capua Vetere (CE)
Indirizzo postale: Via Albana Pal. Lucarelli
Città: Santa Maria Capua Vetere (CE)
CAP: 81055
Paese: Italia

Punti di contatto:
Arch. Gennaro Riccio
Tel: + 39 0823 813141
Geom. Maria Landucci
Tel: + 39 0823 813140

Fax: + 39 0823 813138

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.;
Posta elettronica PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
amministrazione aggiudicatrice (URL): http://www.comune.santa-maria-capua-vetere.ce.it
profilo ASMEL Consortile s.c. a r.l. (URL): http://www.asmecomm.it

Riferimenti attribuiti all'intervento:
CUP: F98E15000000003
CIG : 81596124D5

Termine ricezione offerte:
Il termine ultimo per la ricezione delle offerte è fissato al 02/03/2020
La lingua utilizzabile per la presentazione delle offerte è l'ITALIANO

 

Il sito ufficiale del Comune di Santa Maria Capua Vetere utilizza esclusivamente cookies di sessione ed analytics; consulta la nostra cookies policy.